Le slide del mio intervento sulle nuove professioni dell'editoria, tenuto di fronte agli studenti del Master della Fondazione Mondadori.

Amanuense

Ieri pomeriggio, mercoledì 16 luglio, sono stato invitato da eFFe a tenere un intervento presso la Fondazione Mondadori nell'ambito di una tavola rotonda dedicata al self publishing di fronte agli studenti del Master in Editoria.

Insieme a eFFe e al sottoscritto c'erano Edoardo Brugnatelli (self publishing manager di Mondadori), Marco Giacomello (avvocato) e Giulio Blasi (MediaLibraryOnline il principale servizio di prestito digitale per le biblioteche).

La composizione del tavolo aveva il chiaro intento di presentare il self publishing come territorio di frontiera, esplorandone aspetti che il dibattito più superficiale sul tema di solito tralascia.

Brugnatelli ha presentato la sua attività all'interno del gruppo Mondadori, evidenziando come l'approccio verso questo genere di fenomeni sia e debba essere prevalentemente culturale, più che tecnologico. Scrivo.me, il portale di pop publishing da lui curato insieme ad altri, è il risultato di questo sforzo di comprensione che vuole riportare il concetto di cura editoriale al centro dell'attività di autopubblicazione come elemento culturale che possa creare consapevolezza negli autori che scelgono questa strada.

Giacomello invece si è occupato di presentare una panoramica delle problematiche che l'autopubblicazione pone al diritto. Dalla gestione e dalla cessione dei diritti di esclusiva alle piattaforme, alla denominazione dei contratti, fino alla gestione dei canali di distribuzione con particolare attenzione allo sviluppo dei nuovi business model.

Giulio Blasi ha chiuso la giornata presentando una ricognizione del rapporto tra biblioteche e autori autopubblicati nell'ambito dello sviluppo del prestito digitale, in un confronto tra le pratiche sviluppate nel mondo e nel nostro Paese.

Io, per parte mia, mi sono occupato di presentare alcune prospettive legate alle nuove professioni nel mondo dell'editoria digitale. Di seguito trovate le slide dell'intervento. Se vi fa piacere potete discutere queste mie piccole prospettive sull'argomento nel commentario di questo post.